La trasmissione televisiva restaura la casa della piccola Magnola D’Aniello

Il "Treno dei desideri" di Antonella Clerici  si è fermato stavolta a Torre del Greco. Proprio così, al consueto appuntamento del sabato sera presentato dalla nota conduttrice, anche una bellissima storia direttamente dalla città del corallo. Protagonista della storia la piccola Magnola, che ha trovato amore ed accoglienza con la sua "nuova" famiglia di Torre del Greco. Il tutto ha origine con una lettera, inviata dal signor Alfonso al programma condotto dalla Clerici. Una lettera che racconta le vicissitudini di questa famiglia composta anche dalla moglie di Alfonso, Rosa, e dalla figlia Rita, nonché dalla piccola Magnola. Una storia commovente: in seguito infatti alla dolorosissima e tragica perdita della figlia Stefania, i coniugi D’Aniello per affrontare la sofferenza decidono di occuparsi di alcuni ospiti di una casa famiglia. Ed è proprio in queste circostanze che avviene l’incontro con la piccola Magnola, una bimba affetta purtroppo da alcuni handicap, aggravati forse, anche dalla mancanza del calore di una vera famiglia. Il rapporto fra i coniugi D’Aniello e la bimba si fa nel corso del tempo sempre più stretto ed intenso, anche se come loro stessi hanno raccontato, la decisione di prendere con se la piccola è scaturita da un episodio particolare. Esattamente quando durante una cerimonia religiosa, al momento della consacrazione, Magnola ha chiamato prendendoli per mano "mamma e papà" i coniugi D’Aniello, che superata la fortissima emozione non hanno avuto più alcun dubbio ed hanno preso con se la piccola. Innumerevoli i progressi che Magnola ha compiuto vivendo sotto lo stesso tetto dei genitori adottivi, ma forse ci sarebbe ancora qualcosa che potrebbe rendere più effettivo il suo benessere. Giungiamo così alla richiesta del signor Alfonso al "Treno dei desideri": Magnola attualmente cammina con l’ausilio di un deambulatore, ma data la ristrettezza degli ambienti della casa in cui abita, l’abbattimento di alcune pareti potrebbe concedere più spazio alla bambina, per acquisire sempre più indipendenza. Però lavori del genere hanno un costo, che purtroppo la famiglia D’Aniello non potrebbe affrontare in questo momento Una richiesta che è stata però subito accolta dal "Treno dei desideri" e che sarà realizzata al più presto, come assicurano i responsabili del programma. Ma Magnola non è stata l’unica protagonista della storia, perché anche ad Alfonso è stata riservata una grande sorpresa: da sempre tifoso dell’intramontabile mito Maradona, ha potuto incontrare il grande calciatore argentino proprio all’interno degli studi della rai, anch’egli commosso per questa bellissima storia. Finalmente si parla della nostra città anche per un storia diversa da quelle troppo spesso riprese dalle pagine di cronaca nera.
Paola Russo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono