Dimaiolines, posizioni a confronto

(a) Torre del Greco – Inevitabile, in questa vicenda che vede protagonista una delle società armatoriali di Torre del Greco, la Dimaiolines, e che ancora deve prendere una forma ben precisa per via delle indagini della Magistratura –ancora in corso-, il verificarsi di diverse e contrastanti posizioni. Infatti, da un lato è nato il Comitato “Amici della Dimaiolines”, composto dai risparmiatori fiduciosi nell’operato e nella gestione degli affari della famiglia armatoriale e disposti quindi ad attendere gli sviluppi delle indagini per avere chiarezza dei fatti, dall’altro a fine ottobre è nato anche un “Comitato degli obbligazionisti”, composto da altri creditori e la cui tutela legale è stata affidata agli avvocati Giuseppe Colapietro e Angelo Pisani. Lunga e dettagliata la lettera giunta alla redazione da parte del Comitato pro Dimaiolines (che a lato della pagina si riporta integralmente, ndr). Breve e poco dettagliata la risposta giunta in redazione a firma dell’avvocato Colapietro al quale, esattamente il 4 novembre, è stato esplicitamente chiesto, da parte del Direttore editoriale del giornale La Torre, Antonio Civitillo, un punto di vista in merito alla vicenda. Nessun parere esplicito, tanta prudenza col nostro giornale, e solo poche informazioni riguardo la nascita del Comitato e la richiesta di un incontro con rappresentanti della Dimaiolines, la risposta scritta dei due avvocati che, tra l’altro, hanno comunicato anche di voler attendere il verificarsi dell’incontro richiesto prima di rilasciare ulteriori dettagli, sebbene ad altre testate, proprio i due, abbiano rilasciato dichiarazioni più generose, esaustive e forti, ad oggi una di queste rettificata.
Mariella Ottieri
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 10 novembre 2010




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono