IL CASO

Era il 6 agosto del 2009 quando i coniugi Filiberto Sorrentino e Vincenza Marcianò furono trovati morti a Torre del Greco. Le indagini si concentrano fin da subito sul figlio della coppia, Maurizio Sorrentino, 57enne ex brigatista. Dopo due anni di indagini, le intercettazioni telefoniche sono servite a risolvere definitivamente il mistero e a svelare il movente dell’omicidio: sembrerebbe, infatti, che proprio il figlio dei Sorrentino avesse ucciso i genitori per entrare in possesso dell’eredità e pagare i numerosi debiti contratti. A due anni dal delitto, i carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata hanno arrestato Sorrentino nel viterbese. Filiberto Sorrentino e Vincenza Marcianò, ex combattente lui, casalinga lei, rispettivamente di 93 e 80 anni, erano stati trovati morti dopo che i vicini, allarmati dal cattivo odore che proveniva dalla loro casa e non riuscendo a mettersi in contatto con i due anziani, avevano chiamato i carabinieri. Moglie e marito erano stati trovati uccisi con una serie di colpi alla testa e lasciati sul pavimento del soggiorno e della cucina della loro abitazione.

Mariot
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 28 settembre 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono