Della Gatta: “Non siamo insensibili e ci impegniamo nell’interesse della collettività”

(a) Torre del Greco – Continua senza sosta la protesta dei lavoratori della Fincantieri di Castellammare di Stabia. Nella vicenda, sembra acquisire una posizione importante anche la Deiulemar Spa di Torre del Greco: la società armatrice sarebbe pronta a dirottare nello stabilimento Fincantieri di Castellammare la costruzione di sei navi bulk-carrier, precedentemente programmata in Asia. Ciò potrebbe garantire allo stabilimento almeno quattro anni di lavoro. Ma la Deiulemar chiede in cambio garanzie concrete: l’immediata firma dei pre-accordi, la possibilità di lavorare con prezzi competitivi, il rispetto dei tempi di consegna da parte del cantiere. E, soprattutto, che i lavori vengano esclusivamente eseguiti a Castellammare e non in atri stabilimenti Fincantieri. Di tutto ciò i dirigenti della Deiulemar, Pasquale Della Gatta, Angelo Della Gatta e Leonardo Lembo hanno discusso, lo scorso 30 maggio, con il governatore campano Stefano Caldoro e con l’assessore regionale Marcello Taglialatela. Era stata la stessa Deiulemar, nei giorni precedenti, a chiedere un incontro con i vertici regionali per trovare un accordo sul programma industriale finalizzato a scongiurare l’emergenza sociale che si profila dopo l’annuncio della Fincantieri di voler chiudere lo stabilimento. “Al presidente Caldoro e all’assessore Taglialatela abbiamo detto – spiega Angelo Della Gatta all’ansa – di essere disponibili a dirottare verso Castellammare 6 navi bulk-carrier. Non siamo insensibili a quanto sta accadendo a Castellammare, operiamo da cinquant’anni in questo territorio e, quando possibile, ci impegniamo con passione nell’interesse della collettività. Ma naturalmente all’istituzione chiediamo garanzie concrete. Caldoro e Taglialatela ci hanno assicurato la massima collaborazione e ci informeranno degli ulteriori sviluppi all’indomani dell’importante appuntamento di mercoledì primo giugno a Roma col ministro Paolo Romani”. Nuovi ed importanti sviluppi saranno pubblicati sul prossimo numero de La Torre, in edicola il 15 giugno 2011.
Mariella Ottieri
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola l’1 giugno 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono