Il primo cittadino continua ad avvalersi di consulenze che sembrano poco produttive alla causa

Il 29 luglio, alle ore 11,30 presso la Direzione Tutela del Territorio e delle Risorse Idriche del Ministero dell’Ambiente, si è tenuta la Conferenza dei Servizi per l’approvazione di alcuni progetti che riguardano il nostro territorio. In particolare, si è discusso del progetto presentato dalla Wisco Spa per la realizzazione del depuratore dei veleni.
Per conto dell’Amministrazione di Torre del Greco, sono stati presenti il Sindaco, Ciro Borriello, ed i consiglieri comunali Vittorio Guarino e Massimo Meo. Il primo cittadino, inoltre, si è avvalso dell’aiuto di Vincenzo Abilitato, all’epoca dei fatti dirigente Ambiente e Territorio.
Il Sindaco ed i Consiglieri, discutendo con il Presidente della Commissione del Ministero, si son trovati di fronte gli ingegneri della Wisco Spa, mostratisi molto agguerriti a riguardo.
Ma proprio perchè al Comune di Torre del Greco sembra che non siano stati notificati alcuni atti, i rappresentanti torresi, prendendo una netta posizione, hanno chiesto un rinvio per poter studiare al meglio le carte.
Sembra, intanto, che la Wisco Spa potrebbe incontrare problemi con la bonifica delle falde acquifere, problemi che comporterebbero un forte dispendio di denaro. Ma questa è una partita tutta aperta e, ad oggi, ci sono tutti i presupposti affinchè l’eco-mostro, purtroppo, si realizzi.
Non comprendiamo le motivazioni che spingono Borriello a chiedere la presenza di Vincenzo Abilitato, all’epoca dei fatti dirigente Ambiente e Territorio, che, secondo indiscrezioni, si sarebbe mostrato poco collaborativo e avrebbe fatto scena muta. E’ da ricordare, però, che Abilitato è una delle figure cardine per l’approvazione di tutti gli atti affinchè l’eco-mostro si realizzasse. La Torre in passato ha menzionato tutti quelli che sapevano ed hanno taciuto, permettendo di fatto l’avanzare delle richieste.
Il 30 luglio 2010, a Palazzo Baronale, si è tenuta un’altra riunione dove è stato spiegato al resto della giunta e del consiglio comunale gli ultimi ravvedimenti. E’ previsto, inoltre, la richiesta di due consulenti esterni: un Avv. Amministrativo e un Ing. Ambientale. Staremo a vedere, a questo punto, le scelte su chi cadranno.
Ricordiamo, inoltre, lo scarso interesse mostrato da Borriello nell’anno in corso. Dopo la sconfitta al TAR, il Sindaco annunciava che avrebbe fatto visionare la vicenda ad un pool di avvocati. Risultato? L’Amministrazione si è fatta trovare non pronta. Eppure noi de La Torre avevamo qualche mese fa avevamo lanciato l’allarme.
Questa è una fase delicata per la vicenda e, pertanto, al prossimo appuntamento al Ministero l’Amministrazione non deve assolutamente presentarsi impreparata. La Torre come sempre vigila e seguirà questa ed altre vicende altrettanto delicate che interessano il territorio.
Antonio Civitillo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono