Recupero

Torre del Greco – Acerra, Afragola, Avellino, Aversa, Battipaglia, Benevento, Casalnuovo, Caserta, Casoria Castellammare di Stabia, Cava de’Tirreni, Ercolano, Giugliano, Marano, Portici, Pozzuoli, Salerno, Scafati e Torre del Greco sono i 20 comuni interessati dal finanziamento di 850 milioni di euro varato dalla Regione Campania per il recupero ed il restauro dei centri storici. La delibera, approvata dalla giunta, prevede inoltre la possibilità di usufruire di un bonus aggiuntivo in risorse per quanti avranno realizzato la raccolta differenziata nell’arco di tre anni. Al capoluogo di Napoli, dichiarato dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, vanno 200 milioni di cui il 10% è destinato alla sicurezza, un altro 10% per aiuti alle nuove imprese, il 5% alla formazione ed il 15% all’assistenza tecnica. Per le altre città campane gli interventi ammontano invece a 653 milioni: il 20% per gli obiettivi generali del piano ed il 35% per la raccolta differenziata. Il 9% sarà poi erogato in favore della sicurezza e l’1% per un progetto che risulti innovativo. "L’azione della nuova giunta – ha detto il presidente dell’esecutivo Antonio Bassolino – riparte con un atto importante che riguarda Napoli, i capoluoghi di provincia e il grande sistema urbano della nostra regione.
Perché è lì che si gioca la sfida di innalzare la qualità della vita.
Annunziata R. Borriello




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono