L’obiettivo del polo orafo è formare nuove leve e creare opportunità di lavoro

(a) Torre del Greco – E’ in programma, tra un paio di mesi, l’inaugurazione del Consorzio Vulcano, il polo orafo torrese composto da circa trenta aziende del settore orafo per la lavorazione del corallo e dei cammei, risorse preziose per il territorio torrese. La struttura, che è costata circa 9 milioni di euro di cui il 50% a fondo perduto, avrà lo scopo di ospitare le aziende del settore. Inoltre, si stanno creando e stringendo forti sinergie con altri enti, ed in modo particolare con l’Istituto d’Arte di Torre del Greco, presente anche nel consiglio di amministrazione del Consorzio. Obiettivo principale del nascente Consorzio è quello di formare nuove leve torresi e cercare di dar loro subito un’opportunità lavorativa adeguata. Oltre alla formazione, il Consorzio intende ospitare fiere di qualsiasi genere, e non solo legate al mondo dei preziosi perché altro obiettivo è quello di rendere flessibile la struttura. Delle circa trenta aziende che hanno aderito al progetto, la metà sono aziende giovani e ben distribuite merceologicamente. infatti ci sono aziende orafe, altre dedite alla lavorazione del corallo e cammei, altre che svolgono attività con il commercio.
“Molti i ritardi legati a varie cause, ma ora in dirittura d’arrivo – sostiene il Presidente e del Consorzio, Ciro Esposito –. Per noi è di fondamentale importanza la realizzazione della bretella che collega la struttura all’autostrada, ma qui i tempi per la realizzazione potrebbero essere più lunghi. Siamo comunque soddisfatti ed entusiasti di come stanno procedendo i lavori. Adesso – conclude Esposito – si sta studiano un’azione di marketing che faccia conoscere il Consorzio nel nostro Paese e al di fuori di esso; per ora è stato promosso sono con progetti regionali”.
Antonio Civitillo
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 31 marzo 2010




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono