Nelle scuole scatta l’allarme prevenzione

(a) Torre del Greco – Tra le tante problematiche che affliggono, ormai da tempo, la nostra città, certamente una delle più evidenti risulta essere quella delle morti avvenute per incidenti sulle strade. Tra gli enti che si preoccupano della prevenzione e dell’ educazione al rispetto del codice stradale, un ruolo fondamentale ricoprono le scuole, che cercano di istruire i propri alunni a tale proposito attraverso lo studio del diritto o l’ausilio di persone esterne durante le attività progettuali. Proprio parlando di scuola, tuttavia, non si può non ricordare quel tragico episodio che vide spegnersi una giovane vita proprio fuori i cancelli del liceo scientifico Nobel: si tratta della drammatica morte di Giovanni Di Martino, fracassato dalle ruote del camion sotto cui era finito a causa di una lite con i compagni. In seguito al clamoroso episodio, i presidi degli istituti superiori G. De Bottis e Nobel, avevano avanzato richiesta al comune per l’introduzione di dissuasori di velocità, ma nulla fino ad oggi è cambiato: secondo quanto previsto dall’articolo 42 comma 5 della strada, infatti, è vietato inserire dossi in zone che non siano residenziali oppure in strade sedi di stazioni dei carabinieri. Altre proposte ed iniziative, inoltre, sono partite anche da alcune parrocchie locali: proprio quest’estate la diocesi della chiesa "Lo spirito santo" in collaborazione con l’ACI, aveva organizzato il concorso "A maronn t’accumpagn" conclusosi pochi mesi fa, prevedendo, tra l’altro, premi in palio per chiunque avesse presentato dei componimenti inerenti alla prudenza per le strade. Ma anche questa volta, purtroppo, i risultati sono stati scarsi: i cittadini hanno preferito ignorare!! Né tanto meno vengo offerti dal nostro territorio aiuti e supporti, attraverso associazioni, a quelle persone che hanno perso i propri cari per le strade di Torre del Greco. Ma come si può continuare ad ignorare questa crudele realtà che ci appartiene? Secondo quanto affermato dal portavoce del sindaco Antonio Borriello, ci si sta mobilitando per migliorare la sicurezza stradale: sistemi di video sorveglianza, autovelox e segnali luminosi verranno introdotti nelle strade entro i prossimi giorni. Riuscirà il sindaco a mantenere la parola data? Per ora non ci resta che attendere e sperare.
Maria Panariello
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea La Torre in edicola il 26 novembre 2008




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono