Decisive saranno le prossime settimane

(a) Torre del Greco – Procedono i lavori di ristrutturazione dell’ex Centro Servizi Culturali, edificio di proprietà della Regione. Il responsabile tecnico, Ing.Todisco, ha confermato che, nonostante qualche interruzione dovuta a problemi tecnici, attualmente la ditta incaricata da Palazzo Santa Lucia sta procedendo alacremente nella sua opera e la riapertura ufficiale al pubblico probabilmente avverrà in primavera. Intanto, sembra stia per concludersi la questione legata alla gestione dei locali posti al piano terra. Mentre era certo che il piano intermedio e quello superiore sarebbero stati dedicati rispettivamente all’orientamento formativo e agli uffici del servizio antincendio della Regione Campania, i rimanenti locali fino a pochi giorni fa non avevano ancora una connotazione chiara. Infatti, secondo Todisco, il progetto rimaneva aperto a diversi usi, in quanto concepito come un ambiente polifunzionale, con postazioni internet. Le tante associazioni culturali torresi che ambirebbero ad occupare il pianterreno, si sono attivate per perfezionare un loro progetto già esistente, allo scopo di fornire alle istituzioni politiche di competenza un quadro quanto più completo e dettagliato possibile. E la loro tenacia pare finalmente stia giungendo ad una svolta: i locali del pian terreno potranno essere gestiti dagli enti che ne hanno fatto richiesta. Tra le associazioni coinvolte anche il Comitato di Quartiere “Rinascita”, il cui presidente, Antonio Cetronio, ha ribadito come sia assolutamente imperdibile l’occasione di poter usufruire dei locali ancora disponibili del Centro Risorse: “La nostra città è ricca di fermenti culturali e di idee, e sono tantissime le associazioni torresi (ad es. il Gruppo Archeologico Vesuviano, L’Università Verde, la Pro loco, i Giovani in Movimento, ecc.) che da anni lottano per poter svolgere le loro attività in sedi più adeguate e fruibili dai cittadini; anzi, proprio queste associazioni hanno spinto l’amministrazione regionale a recuperare l’ex centro servizi culturali, incontrando tempo addietro l’assessore regionale ai Beni Culturali”. Decisive saranno le prossime settimane per conoscere nei dettagli l’esito della trattativa. Anche la nostra amministrazione comunale potrebbe giocare un importante ruolo di intermediario, considerando le tante sinergie sociali e culturali scese in campo.

Mariacolomba Galloro
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 17 febbraio 2010




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono