Gli esercizi commerciali a causa della Tarsu rischiano la chiusura

Torre del Greco – E’ stato affisso in queste ore sulle mura cittadine un manifesto pubblico dell’ASCOM di Torre del Greco che protesta contro l’inaudito aumento della Tarsu. L’Associazione dei commercianti definisce l’aumento dell’83% della Tarsu come “l´ennesimo atto di assoluta indifferenza dell´Amministrazione Borriello nei confronti delle problematiche del settore terziario a cui si impone di sanare gli errori della mala gestione del servizio di Nettezza Urbana perpetrata dagli amministratori locali. Il tutto a fronte di un servizio del tutto inefficiente che ci consegna quotidianamente una città ai limiti dell´indecenza e dell´emergenza sanitaria”. I commercianti torresi chiedono “una decurtazione per l´anno in corso di quanto richiesto, dando immediato ed effettivo riscontro all´attività di recupero delle somme evase e/o eluse ed a quanto incassato a seguito del condono in atto; una maggiore differenziazione tra le categorie merceologiche, che tenga conto anche della effettiva propensione delle diverse attività alla produzione di rifiuti solidi urbani”. Se tali richieste non verranno soddisfatte, tanti esercizi commerciali rischieranno la chiusura.

M.C.Izzo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono