Sono vari i motivi a cui potremmo far riferimento per spiegare i significativi successi del “GusMed Festival… Sapori Mediterranei” ottenuti con la partecipazione e la soddisfazione di tante presenze alla serata di partenza del ciclo autunnale della manifestazione nella sua seconda edizione annuale. La bellezza del ristorante VillAgostina a Trecase di Napoli, che ha ospitato la kermesse nelle sue grandi ed accoglienti sale con un terrazzo che permette di godere la visione di un panorama mozzafiato immerso nella natura del Vesuvio con lo sfondo del golfo di Castellammare, il super abbondante e succulento menù proposto ed ancora lo spettacolo musicale anche con la presenza di noti artisti potrebbero essere le motivazioni trainanti del successo della tappa. Dato che però queste invitanti qualità sono divenute ormai consuetudine per gli invitati alle serate organizzate da Edoardo Lanza, ideatore e patron del GusMed, dobbiamo conseguenzialmente pensare, senza ombra di smentita, che la manifestazione, nata con il preciso obiettivo di proporre quanto di più genuino in ogni campo ancora possediamo, ha veramente raggiunto un obiettivo consolidato. Alle centocinquanta persone presenti si è aggiunta la prestigiosa presenza di un nutrito numero di giornalisti e personaggi del mondo artistico, culturale ed imprenditoriale della nostra regione che, sempre con maggiore interesse, seguono e molti di essi partecipano attivamente all’espansione del GusMed in via di ampliamento con le numerose tappe ormai pronte a partire in altre regioni con la prossima edizione. Agli sponsor ufficiali del GusMed: Cme, Cle, PromoItalia, Maiello Auto ed Ediso, si è aggiunta la new entry del Caseificio Ruggiero diTorre Annunziata che è stata da tutti apprezzata per la bontà e qualità dei prodotti offerti in degustazione nel buffet (dalle saporitissime ricottine di fuscella, alla provola affumicata, ai caci e silani bianchi ed affumicati, ai bocconcini e ciliegine di mozzarella per finire con il fiorilatte che quando è fatto come quello proposto da Ruggiero diventa una delle prime delizie della tavola). Anche gli sponsor propostisi per questa tappa Vini Annarumma di Boscoreale con le sue tre eccellenti tipologie di Lacryma Christi, Vini Sorrentino di Lettere, Voglia di Pane di Torre del Greco, Carolatte di Casoria e Artigiani Pastai di Boscoreale con radici profonde nella produzione artigianale della pasta, hanno ricevuto grande attenzione e complimenti dal pubblico per le loro produzioni. Simpatica anche l’iniziativa di Doron Sarti per Passione (Napoli/Roma) che ha offerto agli invitati eleganti foulard. Dopo il saluto ai presenti in sala, porto da Lanza, ed il sorseggiare un aperitivo sulle splendide terrazze della struttura ospitante l’evento, si è passati al Buffet che con i tanti abbondanti e tipici prodotti campani poteva già ritenersi un gran pranzo. Chi ha frequentato almeno una delle serate GusMed sa bene che era normale aspettarsi, serviti a tavola, tantissime gustosissime pietanze elaborate dallo chef del VillAgostina con l’attenta guida in tutto il servizio di Cosimo Morga titolare dello stesso ristorante. La luculliana cena con le infinite leccornie, terminata fra lo sfavillio delle luci del panorama costiero sulle terrazze di VillAgostina con tre grandi tavoli colmi di tanta frutta e dolci accompagnati da un “Fiume di Nettare….di Bacco” liquori caserecci e non, caffè ed altro, è stata allietata dall’esibizione del gruppo teatrale e musicale di Rino Napolitano e i “Lazzari e Briganti”, oltre al piano bar di Nino ed Ilaria ed il Sax di Salvatore Gargiulo. Fra gli ospiti di spicco il maestro Carlo Missaglia che volentieri non si è sottratto alla richiesta del pubblico di eseguire almeno qualche sua nota interpretazione musicale. Alla serata, fra altri illustri personaggi, sono inoltre intervenuti portando un saluto Lucia Cassini, Espedito De Marino e Luca Riemma (Un Posto al Sole Estate). In rappresentanza di tutti i giornalisti è intervenuta Annamaria Riccio, consigliere nazionale dell’Ordine. Gigi De Maria (Direttore/Editore del mensile “Obiettivo”) ha illustrato un suo nuovo progetto editoriale “Obiettivo ed energia” aggiuntivo della rivista ed improntato sulla difesa dell’ambiente, perché non ci può essere un prodotto di qualità se non c’è un territorio di qualità. Lo speciale che verrà inserito nel prossimo numero di “Obiettivo” – ha aggiunto De Maria – parlerà di Fotovoltaico perché occorre produrre energia pulita al fine di preservare il nostro territorio ed avere prodotti di qualità per una una vita di qualità. Nel corso della serata Edoardo Lanza ha illustrato anche il suo nuovo progetto di trasmissione televisiva denominata “Convivio Veritas”, tra novembre e dicembre 2009 registrerà 12 puntate che andranno in onda da gennaio 2010 su una rete regionale a copertura quasi totale e sul Web con un format innovativo e singolare che prevede tre momenti di trasmissione nella stessa giornata. L’iniziativa del team, che riguarderà tanti servizi dedicati alla gente ambiente agricoltura enogastromia spettacolo tutto quello che è genuino e bello, prevede una prima parte che andrà in onda di mattina ed una seconda parte di sera e cercherà di scoprire le verità che fanno bene al palato e non solo. In realtà la trasmissione con le telecamere accompagnerà e riprenderà le commissioni varie ed acquisti fatti da una signora scelta a caso che per l’occasione diverrà protagonista nel far rilevare attraverso “l’investigatrice” di Convivio Veritas, Sara Missaglia, attrice ed insegnante di dizione, alcuni aspetti della città e al termine di questa passeggiata la Missaglia accompagnerà a casa la signora. Vedremo attraverso le riprese la città in tutti i suoi aspetti, come è organizzata i servizi sociali, ambientali, urbanistici commerciali sicurezza ed altro. Al termine della passeggiata quando l’investigatrice e la signora raggiungeranno l’abitazione di quest’ultima partirà la seconda parte, sempre in mattinata, in cui si conoscerà la signora nel suo ambiente domestico e nel suo accessibile privato e, con l’aiuto dell’esperta di Convivio Veritas Laura Fortino, verrà svelata la preparazione di una cena con gli ingredienti acquistati. Sempre nella seconda parte della mattinata, durante i tempi di cottura si conosceranno le storie e le osservazioni di alcuni ospiti amici della signora traendone così argomenti per una discussione intervallate da alcune virgole di bon ton e virgolettate di sapienze e sapori. La mattinata terminerà con un saluto di varietà che sarà dedicato ai giovani talenti del mondo dello spettacolo dando così appuntamento alla terza parte del format che andrà in onda in serata. Nella terza parte del format la signora avrà a cena un ospite particolare, il sindaco del proprio paese, e con questi durante il Convivio Veritas sarà aperto un dibattito, moderato dal giornalista conduttore della trasmissione, e saranno evidenziate tutte le magagne, tutti i lati buoni o negativi ripresi al mattino dalle telecamere con l’apporto dell’investigatrice e dell’esperta. Dal dibattito scaturiranno le domande che si andranno a porre al primo cittadino ed all’opposizione. La cosa importante è che sindaco ed opposizione non verranno messi a conoscenza della famiglia nella quale si presenteranno e non sapranno quali sono le cose che gli saranno chieste ma saranno informati preventivamente solo della data del convivio che non potrà essere anticipata o posticipata, al massimo potrà essere concordata, mentre il luogo dove si svolgerà l’incontro sarà reso noto solo una volta giunti a destinazione e due persone facenti parte del format televisivo andranno a prendere ed accompagneranno una il sindaco e l’altra l’opposizione. Il giornalista conduttore porrà al sindaco solo le domande da cui scaturirà il contraddittorio fatto dall’opposizione dell’amministrazione. Tale cosa comporta che necessariamente il sindaco dovrà presentarsi in trasmissione per non dare adito all’opposizione di essere ancor più libera di evidenziare senza ostacoli le negatività. Quindi non ci saranno domande programmate come solitamente avviene in tante trasmissioni e questa è proprio una delle note positive ed innovative. L’argomento potrà essere portato anche da una amica della signora e potrà essere del tipo più vario di carattere sociale, di sicurezza o un problema che non si riesce a risolvere ed il sindaco preso alla sprovvista dovrà rispondere a queste domande e se il sindaco non c’è ci penserà l’opposizione. Già molti amministratori hanno accettato l’invito sapendo anche che non sapranno preventivamente la famiglia che andranno a visitare e se questa che li ha invitati è amica o politicamente contraria.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono