Edizione 2008

Torre del Greco – E’ stata la contrada Tre Cappelle ad aggiudicarsi il Palio delle Contrade 2008 battendo in una batteria finale tiratissima l’altro equipaggio favorito, già vincitore di un’edizione del palio, Miglio D’Oro.
La gara si è svolta domenica mattina nel bacino d’acqua antistante il lido del Sole con un folto pubblico di bagnanti che hanno assistito alla scontro fra le quattro imbarcazioni finaliste.
Medaglia d’oro quindi per la contrade Tre Cappelle, argento per Miglio D’Oro, gradino più basso del podio per Taurano e quarto posto per Borgo Mare.
I quattro equipaggi prenderanno parte ad un’esibizione durante i prossimi campionati europei di Sabaudia.
Presente alla cerimonia di premiazione anche il vicepresidente mondiale della Federazione sportiva di Dragon Boat, Claudio Schermi che ha annunciato ai quattro equipaggi finalisti l’esibizione di settembre.
“Siamo davvero contenti – commentano i contradaioli vincitori – ci siamo allenati tutto l’inverno nella stessa palestra, tutti insieme, abbiamo creato un gruppo unito e compatto e alla fine ce l’abbiamo fatta”.
Per quanto riguarda il Festival Internazionale della Canzone, tenutosi al Tennis Club La Salle di via De Gasperi, il primo posto per la categoria cantautori è andato a Kat con il brano dal titolo “Il covo dei free boys”.
Per la categoria interpreti vittoria a Cosimo Vastola con “It’s a hard life” dei Queen.
“”Sono entusiasta e soddisfatto – commenta il direttore artistico del Festival. Marco Serpe – già stiamo lavorando alla prossima edizione che sarà ancora più internazionale”.
Sul palco infatti è salita anche Masha Diatchenko, la giovane violinista prodigio di appena 15 anni, già star internazionale, che ha eseguito alcuni dei “24 Capricci di Paganini”.
Il bilancio finale del Palio Città di Torre del Greco prova a tracciarlo l’organizzatore della manifestazione, il consigliere comunale delegato all’internazionalizzazione Vincenzo Maida:
“Dopo la chiusura di questa edizione del Palio incontreremo subito le contrade, una per volta, per aprire un dialogo sin da ora sull’edizione 2009. Bisogna lanciare un messaggio di rinnovazione. Il Palio deve essere una manifestazione che coinvolge tutta la città e un’attrattiva anche per il turismo perché se rimane solo una competizione sportiva avrà vita breve in futuro. La parola chiave è gemellaggio. Il nostro progetto di internazionalizzazione proseguirà con sempre maggiore forza”.
Comunicato stampa




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono