LETTERA ALLA REDAZIONE

Gentile Redazione,
leggo che ristoratori e commercianti si lamentano delle elevate quote Tarsu da pagare. Ma dov’erano due anni fa quando organizzammo le proteste nei confronti dell’amministrazione comunale contro il raddoppio della Tarsu? Alla manifestazione che all’epoca attraversò le strade del centro cittadino, non aderì alcun commerciante o ristoratore, tant’è che tutti gli esercizi commerciali rimasero aperti in quell’occasione. Ora che nel loro orticello non piove più si sono svegliati, ma in grosso ritardo! Questo atteggiamento menefreghista dei torresi sta portando alla chiusura dell’ospedale Maresca, del laboratorio di analisi Bottazzi ecc. Cordiali saluti,
A.Vitiello
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 29 giugno 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono