Comunicato stampa

Torre del Greco – Nell’annuale riunione, tenutasi a Palazzo Vallelonga, domenica 25 aprile, l’Assemblea dei Soci della Banca di Credito Popolare ha approvato la relazione degli amministratori sulla gestione, il Bilancio al 31 dicembre 2009, e la destinazione dell’utile. Ha inoltre confermato per il triennio 2010/2012, i Consiglieri uscenti Angelo D’Amato, Ferdinando D’Amato, Luigi Gargiulo, Giuseppe Mainiero.

L’assemblea ha inoltre riconfermato l’intero Collegio Sindacale, composto dal Presidente, Lina Ferdinanda Mariniello, e dai Sindaci effettivi, Fortunato Abbagnano, Rosario Di Caterina, Sergio Palmieri e Antonio Palomba. Ha infine confermato l’intero Collegio dei Probiviri.

Il riparto dell’utile prevede la distribuzione di un dividendo di 1,00 euro per azione, in pagamento dal prossimo 3 maggio, in linea con gli anni passati, garantendo, ancora una volta, una soddisfacente remunerazione dell’azione sociale.

Il valore dell’azione è stato determinato in euro 32,50 dai 30,00 dell’anno precedente.

La Banca chiude l’esercizio con un utile netto di 12,5 milioni di euro, in crescita rispetto allo scorso anno, un risultato di rilievo conseguito in un anno difficile per tutto il Sistema.
Benché il contesto macroeconomico sia stato estremamente difficile, la fedeltà al territorio e l’operatività tradizionale hanno premiato la BCP con un “effetto fiducia” che si è tradotto nella crescita delle masse intermediate e nel rafforzamento strutturale.

La crescita degli impieghi è proseguita incrementandosi del 6%, a fronte di un aumento dell’1,5% registrato a livello di Sistema, testimoniando la propensione della Banca al sostegno dell’economia territoriale anche nei momenti di maggiore difficoltà.

La raccolta diretta, pari a 1.913 milioni di euro, è anch’essa cresciuta circa rispetto all’anno precedente; si conferma, inoltre, una buona tenuta dell’indiretta che ammonta a fine dicembre 2009 a 687 milioni di euro.
I target patrimoniali si attestano su livelli di gran lunga superiori a quelli previsti dalla normativa ed alla media di Sistema: il Tier 1 è pari al 13% ed il Total Capital Ratio si colloca al 15%. L’elevato livello di tali coefficienti garantisce, quindi, la consolidata scelta di mantenere un adeguato margine rispetto al livello minimo (8%) richiesto dalla normativa di settore, anche a sostegno delle prospettive di crescita strutturale della Banca e della necessità di fronteggiare la crisi economica.

Al di là dei risultati patrimoniali e reddituali, la BCP chiude il suo 122° esercizio, proseguendo nel suo impegno a favore del territorio e delle popolazioni servite, in attuazione della propria missione di Banca Cooperativa Popolare, realizzando progetti di ampio rilievo in ambito culturale e sociale.

E’ proseguita inoltre la crescita strutturale della Banca, con l’ultima apertura della filiale di Santa Maria Capua Vetere, che ha portato a 64 il numero degli sportelli BCP.

Il successivo Consiglio di Amministrazione ha confermato nella carica di componenti del Comitato Esecutivo, oltre al Presidente Antonino De Simone, i Vice Presidenti Salvatore Gaglione, Giuseppe Mazza e Filippo Perriccioli, i Consiglieri Eduardo Del Gado, Antonio Riselli e Mauro Ascione.

Nella stessa seduta è stato inoltre confermato nella funzione di Segretario del Consiglio di Amministrazione il Vice Direttore Generale, Area Risorse, Andrea Palumbo.

Il Presidente dell’Istituto è Antonino De Simone, il Direttore Generale Manlio D’Aponte.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono