Soddisfazioni, rimpianti e progetti del primo cittadino

LE SODDISFAZIONI: “Innanzitutto desidero riferire la mia soddisfazione per la vicinanza e i consensi ricevuti dai cittadini per le molteplici azioni di governo messe in campo. Come la valorizzazione delle professionalità interne del Comune, con specifici concorsi e l’avvio di numerose iniziative tese alla realizzazione di una concreta rigenerazione urbana. Mi riferisco a Più Europa: una sfida da vincere assolutamente. E poi, in primis, aver sospeso la realizzazione del maxi-depuratore di liquidi tossici e pericolosi in località Villa Inglese. Una vittoria fortemente agognata dai cittadini. Conseguentemente aver dato alla collettività più controllo, più sicurezza, maggiore legalità del territorio con l’arrivo dei nuovi 44 Vigili Urbani. Come una ultimissima soddisfazione è quella che la Regione, negli ultimi giorni del 2008, ha cancellato un emendamento della finanziaria 2007, che trasferiva la gestione dell’Onpi al Comune. Un impegno gravoso ed insostenibile per l’Ente, nonché causa di tensione nel personale, negli ospiti e alle relative famiglie. Ebbene, grazie alla nostra sollecitazione al presidente Antonio Bassolino, in particolare all’interessamento del consigliere comunale Giovanni Palomba, con il forte supporto dei consiglieri regionali Giuseppe Maisto, presentatore dell’emendamento, Michele Caiazzo, Franco Casillo, Fulvio Martusciello, Vito Nocera, Pasquale Sommese e non ultimo Antonio Marciano della segreteria del Governatore, la questione è felicemente rientrata. A loro la mia personale gratitudine. Inoltre, abbiamo già definito importanti incontri con l’assessore alla Sanità, Angelo Montemarano, affinché l’Onpi possa tradursi in attrezzata e più adeguata struttura residenziale sanitaria per gli anziani”.

AZIONE POLITICA: “Momenti difficili si sono presentati, ma sempre affrontati con serenità. Del resto amo troppo la mia città ed è altissimo il rispetto per i cittadini e per il loro mandato. Nei momenti più impegnativi e difficili, progressivamente, ho sempre ricevuto il sostegno della mia squadra di governo. A loro, al vicesindaco Antonio Spierto, a tutti gli assessori, Ciro Attaianese, Gianluca Aurilia, Liborio D’Urzo, Domenico Esposito, Salvatore Esposito, Raffaele La Pietra, Olga Sessa, Giovanni Sorrentino, Giuseppe Speranza, rivolgo il mio più sincero ringraziamento per il lavoro profuso, come del resto sono grato alla Maggioranza che mi è sempre stata vicina in una condizione compatta e assolutamente granitica. Sottolineo anche la costruttiva critica scaturita nel Consiglio comunale, ovviamente sempre nel rispetto dei propri ruoli. Un grazie particolare all’avvocato Miche Polese, Presidente del Consiglio per lo straordinario equilibrio mostrato in tutte le sudute. Sempre grato al Segretario Generale, al Direttore Generale, ai Dirigenti e agli Uffici che mi hanno permesso di affrontare ogni singola problematica con la dovuta serenità”.

BILANCIO: “Sono stati realizzati provvedimenti importantissimi, sottolineo, tra l’altro, il recupero di ingenti somme per l’evasione fiscale; l’implementazione del nuovo sistema integrato informativo comunale, messa a bando della rete integrata metropolitana per le comunicazioni e la sicurezza”.

LA SICUREZZA: “Sovente mi hanno attribuito l’etichetta di sindaco-sceriffo, anche se restano alcune problematiche irrisolte, il casco, i mercatini. Ebbene io non amo il presenzialismo vezzoso. Preferisco affrontare in prima persona e sul campo le problematiche. Il 2008 non dovrà essere ricordato come l’anno del sindaco-sceriffo, anche se nell’immaginario filmico l’arrivo di John Wayne e Gary Cooper significava il trionfo del Bene e della Legge, ma come quello in cui la città è stata autenticamente restituita alla legalità. Sono più che consapevole che molto resta da fare per rendere ancora più sicuro il territorio e in merito sono già avviati efficaci provvedimenti. Le questioni aree mercatali e uso del casco non le definirei irrisolte, bensì parzialmente risolte. Spero di definirle nel 2009 sia con le strategie accennate che con il forte e collaborativo senso civico dei cittadini. Sulla questione sicurezza, abbiamo subito eventi terribili. Per i due tragici casi dobbiamo ammettere che sono eventi legati alla mano crudele del destino: imprevedibili, scaturiti non da una mancanza di natura infrastrutturale-organizzativa, né da una negligenza di carattere umano dipendenti dall’Amministrazione. Intanto sottolineo che l’emergenza sicurezza è stata affrontata con determinazione, in particolare dall’Assessorato competente. Ne sono manifeste le molteplici azioni intraprese. Costanti i controlli sulla viabilità, nel periodo estivo fino a tarda notte. E non sono mancate le verifiche sull’abusivismo edilizio, sulle illegalità commerciali e sul rispetto della raccolta differenziata dei rifiuti. Azioni foriere di centinaia di fermi amministrativi, sequestri di veicoli, con migliaia di sanzioni pecuniarie. E non sono mancate le campagne di sensibilizzazioni nelle scuole. Nel nuovo anno, già da gennaio, saranno installate le prime video-sorveglianze nei punti sensibili della città. Tra febbraio e marzo si posizioneranno ulteriori telecamere. Seguirà la collocazione dei segnali luminosi e degli autovelox. A giorni sarà presente un ufficio mobile della Polizia Locale. Come avrete notato sono già operativi i nuovi 44 caschi bianchi”.

RIFIUTI: “Sui rifiuti sono soddisfatto dei risultati raggiunti, attestati sul 30% della raccolta differenziata su un vastissimo territorio, con circa 90mila abitanti. Gli assessori competenti alla N.U. in particolare e dell’Ambiente stanno perfezionando ulteriori strategie da intraprende per rendere più efficace la raccolta differenziata. Si è istituito un centro comprensoriale in viale Europa dal lunedì al venerdì per la raccolta gratuita di multimateriali, compresi apparecchiature elettriche. Notevoli poi sono stati e continueranno gli interventi tesi ad una maggiore sensibilizzazione della problematica. Certo il punto debole è stato lo spazzamento. Abbiamo un personale ridotto, ma con la prossima gara, la ditta dovrà curare anche lo spazzamento. La questione sarà risolta. Come la Questione del sito di stoccaggio provvisorio sono fiducioso di poterla completare nel 2009. Per la costruzione dell’impianto per il trattamento bio-meccanico dei rifiuti attendiamo fiduciosi i finanziamenti della Regione. Consapevoli e certi di potere essere protagonisti di avere una soluzione efficace e sicura per lo smaltimento dei rifiuti sotto tutti i punti di vista sia di carattere ambientale che igienico-sanitario”.

LA CULTURA – LA SCUOLA – LE ATTIVITA’ PRODUTTIVE – L’AMBIENTE – LO SPORT: “Tante sono state le attività culturali, ambientali, promosse. Brevemente ricordo le belle mostre tenute tra Villa Macrina e Palazzo Baronale, le rassegne teatrali, le suggestive manifestazioni di fine anno, i concerti e inoltre le iniziative tese a promuovere le produzioni artigianali torresi, come l’Oro del Vesuvio. Diverse le manifestazioni per la tutela del mare e dell’ambiente. Come interessanti le attività sportive, con il torneo nazionale di calcio, riservato alle squadre giovanili di prestigiose società. Al mondo della scuola si sono destinati diversi interventi infrastrutturali. Come del resto interessanti sono stati i concorsi promossi per sensibilizzare la raccolta differenziata dei rifiuti. Sono stati assegnati premi per gli studenti che hanno conseguito risultati eccellenti nell’ultimo esame di Stato. Sono state avviate iniziative tese ad abbattere i fitti passivi delle sedi scolastiche”.

OSPEDALE MARESCA: “La questione Maresca è di esclusiva competenza della regione Campania. Detto questo sottolineo che comunque più volte sono intervenuto sia a livello regionale che con il governo centrale, anche in maniera durissima, rappresentando l’inaudita e ingiustificata depauperazione della prestigiosa struttura sanitaria. Anzi, recentemente mi sono perfino dimesso dalla prestigiosa carica di Presidente capofila dei Sindaci nell’ambito dell’Asl Na 5. Purtroppo, con profondo rammarico, abbiamo subito tagli e accorpamenti di reparti. Intanto, spero ancora in una possibile opportunità: quella di entrare nell’Asl Na 1 e di portare il nosocomio torrese come prima porta di Napoli, anche grazie a quel grande polo che va a costituirsi come quello di Gastroenterologia. Desidero ribadire che la questione Sanità ha coinvolto sostanzialmente, sia per gli aspetti strutturali che economici e lavorativi, l’intera regione con dei tagli a destra e a manca, spesso senza un valido e motivato criterio”.

I PROGETTI – RIGENERAZIONE URBANA – LE STUTTURE SPORTIVE: “Sostanzialmente sono stati affrontati e avviati quasi tutti i progetti previsti nel Programma di governo. A breve avremo un importante distaccamento dei Vigili del Fuoco. Dopo oltre 40anni, riapriremo lo splendido complesso delle 100Fontane e altro ancora è in itinere. Come la creazione di una zona franca, un’area nel centro storico destinata agli artisti e alla produzione artigianale locale. Ma senza dubbio molte energie sono indirizzate su Più Europa. Un macro progetto che prevede la rigenerazione urbana del cuore pulsante della città: dal porto al miglio d’Oro, passando per i Molini Marzoli fino al parco archeologico di Villa Sora. Un programma in cui spero di ottenere una forte compartecipazione degli imprenditori torresi. Per il Palazzetto abbiamo ricevuto una proroga dalla Regione e andiamo a breve a definire le procedure. Mentre per la cittadella è stato approvato il progetto preliminare e proseguono le ulteriori tappe tese finalmente ad offrire più adeguate strutture sportive al territorio”.

DELUSIONI – RIMPIANTI: “Ovviamente non è mancata qualche delusione: l’aggressione subita durante un’operazione di controllo della Polizia locale. Un’offesa non tanto alla mia persona, ma soprattutto alle regole del buon vivere civile e ai valori assoluti della legalità. E non sono mancati i rimpianti, anche se è sempre altissima la determinazione a produrre ancora di più per la collettività. Ad esempio i rallentamenti delle procedure di gare relative alla ristrutturazione della santissima Trinità e dell’ex mercato ortofrutticolo, della riqualificazione di piazza santa Croce e dell’ampliamento del VI Circolo didattico di Via Vittorio Emanuele. Rallentamenti non causati dall’Ente, ma scaturiti dalla mancanza degli aggiornamenti dei costi. Attualmente tutte le procedure sono riprese e prossime alle definizioni. Lamento la scarsa collaborazione della Soprintendenza dei Beni ambientali e Paesaggistici su alcune importantissime questioni. Mi riferisco alla bocciatura dei progetti della Provincia relativi alla realizzazione delle barriere protettive lungo il litorale torrese. Presto riavvieremo i contatti con l’auspicio di ottenere esiti favorevoli per tutelare uno dei più suggestivi tratti della costa vesuviana”.
Comunicato stampa




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono